|| Home » Autori » Antonella
 

ANTONELLA

Sono Antonella. Scoprii Angelo e la sua musica nel lontano 1976, ascoltando “Alla fiera dell'est” e “La luna”. Ne rimasi affascinata, ascoltai e riascoltai quegli album fino ad imparare a memoria quelle filastrocche oniriche e un po' ipnotiche, ebbi subito la sensazione che quella musica fosse anche la “mia” musica , somigliava troppo al mio mondo interiore.Sono passati quasi trent'anni, ma l'emozione che provo ascoltando quelle canzoni è la stessa di allora. Apprezzo anche altri artisti, ma è la musica di Branduardi che ha accompagnato da allora la mia vita.ma i “branduardiani” sono di solito degli incompresi; né in famiglia né fra i miei amici c'era qualcuno con cui condividere questa passione, ma non mi sono lo stesso mai persa un concerto a Milano e dintorni. L'avvento di internet mi ha permesso di conoscere finalmente altri appassionati, sono nate delle amicizie, andiamo insieme ai concerti, ci incontriamo spesso e così è nata l'idea di questo sito. un sito “storico”, che ripercorresse tutta la trentennale carriera di Angelo, in cui gli appassionati possano trovare tutte le informazioni sulla sua poliedrica attività artistica oltre a tutte le versioni dei suoi album, in italiano e in altre lingue, tutti i testi delle canzoni, le sue collaborazioni con altri artisti del panorama musicale mondiale e molto altro ancora, oltre ad essere informati sulle ultime novità.Ne parlai a Riccardo, accanito collezionista di materiale branduardiano (non solo dischi.), con il quale avevo già organizzato a Cuggiono, paese natale di Angelo e, per un caso fortuito, paese in cui abito, una mostra a lui dedicata: è passato quasi un anno da allora, il lavoro è stato immane, ma adesso il sito è una realtà e, presto, sarà tradotto in tre lingue per favorirne la consultazione da parte dei, tanti, estimatori europei.

Ovviamente, nella vita faccio anche altro.... insegno matematica in un istituto superiore, ho due figli che, ahimè, non amano molto Branduardi (inoltre il più grande nutre un odio feroce nei confronti della matematica) ...mi chiedo che fine abbiano fatto i miei cromosomi... Adoro la vita all'aperto, girare a piedi o in bicicletta nei boschi o lungo il Ticino...  sono da poco reduce dal mio secondo Cammino di Santiago, due anni fa avevo percorso quello francese, il pių "classico" dei cammini, quest'anno č stata la volta del Cammino de Fonseca, da Salamanca ... ed č stata ancora una volta la musica di Angelo ad accompagnare a volte i miei passi solitari, aiutandomi a sopportare, nei momenti pių difficili, la fatica e la solitudine.

   antonella@branduardi.org

 



 Il Cammino di Santiagouturo Antico