||Home»Novità
NEWS

 

4 luglio 2014

ADDIO GIORGIO

Se viene la sera
compagno non avrai,
da solo farai la tua strada.
E allora la prima sarà la faina
verrà per portarti paura.
Se non la fuggirai
sorella ti sarà,
è lei che davvero conosce
l'ordine segreto che il fiume conduce
per il tuo passo il sentiero sicuro.
Se viene la sera
compagno non avrai,
da solo farai la tua strada.
Sarà solo allora che da te verrà il lupo
verrà per portarti paura.
Se non lo fuggirai
fratello ti sarà,
è lui che davvero conosce
il passo segreto che il monte ferisce
per il tuo capo il riparo sicuro.
Seguendo la via che va verso il lago
là troverai la sorgente,
ritroverai la collina dei giochi
e là tu deponi il tuo cuore.

Questo è l'aggiornamento più triste dalla nascita di questo sito. Solo un paio di ore fa è arrivata la notizia della morte di Giorgio Faletti, personaggio poliedrico e geniale,  nato come comico e poi attore, autore di testi per i più grandi artisti italiani fino a scoprirsi scrittore:  nel 2002 il suo "Io uccido" lo porterà ad occupare un posto di tutto rispetto nella letteratura noir.

Noi branduardiani gli dobbiamo molto, suoi sono i testi del  bellissimo album "Il dito e la luna" oltre ai singoli "La piccola canzone dei contrari" e "L'apprendista stregone" e il recente "Rataplan", tanto che questo sito è nato con una pagina dedicata a lui,  Giorgio .

Voglio riportare anche qui il saluto ai fan da lui stesso pubblicato sul suo sito ufficiale www.giorgiofaletti.it

 

***

12 febbraio 1950 - 12 febbraio 2014

Buon Compleanno Angelo !!!

(disegno di Riccardo Ippolito)

***

CONCERTO ALL'OLYMPIA DI PARIGI

 Venerdì 7 febbraio 2014 ha segnato il ritorno in Francia di Angelo. Bellissimo concerto e posso dire : "Io c'ero!" Per il report e le foto: concerto Olympia .


***

IL ROVO E LA ROSA



Uscirà il 29 ottobre l’attesissimo nuovo album "Il rovo e la rosa" e sarà un concept album sul tema di amore e morte. A dieci anni da “Altro ed altrove” un altro album dedicato all’amore, nella sua espressione più drammaticamente romantica tanto da legarsi indissolubilmente alla morte, un album di inediti, se si fa eccezione per “Barbrie Allen”, già presente in “Così è se mi pare” e “Cercando l’oro”, allora con il titolo “Piano piano”, filologicamente meno pura, ma impreziosita dall’arpa di Alan Stivell e “Mary Hamilton”, la “Ninna nanna” che chiude l’album “Cogli la prima mela”, qui riportata al testo originale, decisamente più “forte”.

I brani dell’album, con testi in italiano nonostante i nomi inglesi, appartengono tutti alla tradizione celtica delle ballate del periodo elisabettiano, esportate in America dagli emigrati irlandesi e molte di esse sono già note agli appassionati di questo filone musicale, si pensi alle sopraccitate versioni branduardiane alle quali si aggiunge “Scarborough fair” del primo “Futuro Antico” e “Il ciliegio”, qui rivista con il titolo “La rosa di Galilea”, ma anche alla “Geordie”, di Fabrizio de Andrè o alla vera e propria miniera di questi gioielli costituita dal doppio album di Joan Baez,  “Joan Baez Ballad Book”.

Aspettando con ansia il 29 ottobre, ecco i titoli delle canzoni:

BAIDIN FHEILIMI
 LORD FRANKLIN
MARY HAMILTON
ROSA DI GALILEA
LORD BAKER
IL FALEGNAME

SILKIE 
SUITE PER ARCILIUTO E VOCE

(Geordie, Scarborough Fair, Greensleeves)
BARBRIE ALLEN


***