||Home»Discografia»Raccolte
 
Il meglio di Angelo Branduardi

La luna
Confessioni di un malandrino
La serie dei numeri
Il dono del cervo
Alla fiera dell'est
Sotto il tiglio
La pulce d'acqua
Ballo in fa diesis minore
Il ciliegio
Il marinaio
Cogli la prima mela
Il signore di Baux
Tango
Madame


Nell'anno 1991 viene pubblicata da Polydor su LP e su CD questa raccolta di canzoni leggermente modificate rispetto a quelle originali: aggiunta di strumenti, remix, canzoni ricantate, alcuni assoli re-incisi.


La copertina del disco è stata creata dallo Studio Convertino (al quale erano già state affidate le illustrazioni delle tavole interne dell'LP "La pulce d'acqua" e la copertina di "Cogli la prima mela").

 Nel 1992 appariranno due raccolte (Best of, versione in italiano e versione in francese) a cura della EMI, in cui viene nuovamente adottata la re-orchestrazione di alcune parti delle canzoni in esse contenute. Anche la maggior parte delle canzoni contenute in queste compilation della EMI sono le stesse utilizzate nella raccolta della Polydor.

 

Il meglio di Angelo Branduardi:
LP stampa italiana 1991, Polydor 511 463-1
CD stampa francese 1991, Polydor 511 463-2

 

I ritocchi adottati da Angelo in ogni brano:
La luna: Aggiunte le chitarre elettriche, sfoltita la base ritmica, ricantata all'ottava bassa
Confessioni di un malandrino: remix
La serie dei numeri: qualche ritocco alle percussioni e remix
Il dono del cervo: aggiunti charango e bongo, ritoccate le percussioni, ricantata
Alla fiera dell'est: i bassi sono più profondi, remixata
Sotto il tiglio: ricantata
La pulce d'acqua: nuova la cassa, le maracas che porta il tempo, ricantata
Ballo in fa diesis minore: potenziata la parte ritmica, soprattutto i tamburi gravi
Il ciliegio: nuove chitarre, nuovo l'assolo di armonica, ricantata
Il marinaio: invariata
Cogli la prima mela: nuovo il suono etnico della cassa, esaltati gli strumenti arabi (aoud e kanun)
Il signore di Baux: messi in evidenza i dulcimer e gli altri strumenti d'epoca, ricantata
Tango: nuove le chitarre slide
Madame: invariata