||Home»Attività artistica»Cinema
 
Luci lontane

Anno    1987
Durata   99'
Origine   Italia
Genere   Fantascienza
Tratto da   Dal romanzo "Venivano dalle stelle" di G. Pederiali
Produzione   Intersound Reteitalia
Distribuzione  Fox (1988)
Regia    Aurelio Chiesa
Sceneggiatura  Aurelio Chiesa, Roberto Leoni, Roberto Lerici
Fotografia   Renato Tafuri
Musiche   Angelo Branduardi
Montaggio   Annarosa Napoli
Attori William Berger, Bettina Ciampollini, Mirella Falco, David Flosi, Salvatore Iacono, Isabelle Illiers, Susanna Martinkova, Tomas Millian, Laura Morante, Giacomo Piperno, Franco Pistoni, Loredana Romito

Trama : In una anonima cittadina termale della Romagna, vive col figlioletto Giuliano e la suocera, Bernardo Bernardi, recentemente rimasto vedovo della moglie Silvia. Una sera Giuliano racconta al padre di aver incontrato nel parco la madre: Bernardo non gli crede, ma col tempo per una serie di strane circostanze in tutto il paese, è costretto a dare fiducia al figlio. Anche la maestra di Giuliano, Renata, preoccupata per le assenze del bambino a scuola, cerca di risolvere il caso aiutando Bernardo. Poi Giuliano scompare: viene ritrovato a tarda notte dalla polizia addormentato nel parco; ha in mano la catenina che Silvia aveva nel momento in cui fu sepolta. Bernardo allora d'accordo col commissario e il medico-sindaco del paese, fa riaprire la cassa: la trovano vuota e del corpo di Silvia nessuna traccia. Successivamente Renata che è anche custode del museo locale, trafelata si reca da Bernardo per dirgli che Silvia è da lei: l'uomo la raggiunge ma la persona che si presenta ai suoi occhi è sì identica alla consorte ma la sua mente sembra appartenere ad un altro individuo in quanto la donna non lo riconosce nemmeno. Poiché la polizia è sulle tracce di Silvia, Renata e Bernardo fuggono per non far cadere la donna in mano alla giustizia. Ma in un pauroso incidente d'auto Silvia muore sul colpo Renata è in coma, mentre Bernardo si salva. Renata, riuscita miracolosamente a sopravvivere, torna dall'uomo: ma è diversa, quasi all'oscuro di tutto il suo passato e della vita che conduceva in paese. Successivamente Bernardo, innamoratosi di lei, la sposa: questa gli rivela che non è più la Renata di prima poiché quella è realmente morta nell'incidente e ora lei ha solo il corpo della ragazza ma la mente e la forza vitale le provengono da luci lontane, da energie misteriose che hanno il potere di rianimare corpi morti "riparandone" i danni estremi. Con Renata anche altri morti-rinati cominciano a circolare nel paese destando dubbi, perplessità e paura negli abitanti. Bernardo tace sulla vera personalità di Renata che aspetta un figlio da lui, ma il commissario e il medico-sindaco sono sulle tracce di questi morti-redivivi che sembrano proliferare ogni giorno di più. Decidono allora di rinchiudere questi esseri in un bunker: per sbaglio viene qui rinchiuso anche un cardiopatico creduto morto e poi tornato "stranamente" in vita. Il poveretto muore per davvero quando capisce il mistero che si cela dietro quelle persone. Poichè lo sconcertante fenomeno è stato compreso ormai da tutti, le "luci" abbandonano quei corpi che ridiventano cadaveri; anche Renata dovrebbe morire ma lei supplica le forze misteriose di lasciarla in vita per far nascere il bimbo di Bernardo. Finalmente la nascita si annuncia e la donna dà alla luce una splendida bambina, dopodiché muore lasciando Bernardo sconvolto. Le luci si sono definitivamente allontanate e non c'è più alcuna possibilità che, grazie a loro, i morti possano tornare a vivere. Frattanto il sindaco-medico è disperato per la morte violenta della adorata figlia sedicenne; vorrebbe che quelle luci lontane tornassero e prendessero possesso del corpo della sua creatura che potrebbe così di nuovo ridere e godere la vita sia pure in altra dimensione e del tutto inconsapevolmente. Sembra che questo debba solo rimanere un sogno irrealizzabile, ma la presenza di persone con atteggiamenti stravaganti e la presenza misteriosa di una strana ragazza, vicino alla bimba di Bernardo, fanno pensare ad effettivo ritorno delle forze extraterrestri.


Notizie cinematografiche tratte dalle pagine di  www.cinematografo.it
 

Non sono mai state prodotti VHS o DVD del film in italiano, che è stato trasmesso in televisione in varie occasioni. Per il circuito internazionale venne modificato il titolo in Distant lights. Ne esistono versioni in lingua inglese e versioni in lingua tedesca.
La colonna sonora del film, interamente strumentale ed inedita, non è mai stata incisa su LP o CD.

      

      

Varie copertine delle VHS in lingua tedesca di Distant Lights