||Home»Attività artistica»Collaborazioni»Nonsense
 

Giorgio Faletti

biografia 

 

Nato ad Asti il 25 novembre 1950, laureato in Giurisprudenza, dopo un breve approccio con il mondo della pubblicità, inizia relativamente tardi il lavoro di cabarettista, approdando però, quasi immediatamente, al Derby Club di Milano, dove viene a contatto con un gruppo di comici che sarebbero poi assurti ad una ben più vasta popolarità: Teo Teocoli, Diego Abatantuono, Massimo Boldi, Paolo Rossi, Francesco Salvi, Claudio Bisio. Il debutto televisivo nel 1982 con la trasmissione "Pronto...Raffaella?" con la Carrà, per poi continuare su Antenna 3 Lombardia con "Il Guazzabuglio". Il lancio definitivo con il "Drive In", 1985...il successo viene successivamente confermato da "Emilio"; partecipa a "Fantastico '90" al fianco di Pippo Baudo, Marisa Laurito e Jovanotti e successivamente a "Stasera mi butto...e tre" con Toto Cutugno.

A causa di un'operazione al ginocchio che lo costringe all'immobilità per due mesi, si avvicina casualmente al mondo della musica...inizia un'attività collaterale di autore e cantautore che sfocia nel primo album solista del 1990 "Disperato ma non serio"; scrive contemporaneamente canzoni per Mina, Milva, Fiordaliso...

Nel 1992 appare al Festival di Sanremo in una simpatica performance in coppia con Orietta Berti, e pubblica il suo secondo album “Condannato a ridere”.

Torna al Festival nel 1994 con "Signor Tenente" con il quale si classifica al secondo posto vincendo il premio della Critica, confermando l'anno successivo con il brano "L'Assurdo Mestiere" (titolo omonimo per l'album del 1995) un'insospettabile vena riflessiva e malinconica che gli vale il premio Rino Gaetano per la parte letteraria delle sue canzoni.

Nel 1994 viene pubblicato il suo terzo album, “Come un cartone animato”.

Segue una collaborazione con Angelo Branduardi: Faletti firma i testi dell'album “Il dito e la luna” (1998) e pubblica su un disco live di Angelo (“Camminando camminando”, 1996) due canzoni inedite (“Piccola canzone dei contrari” e “L'apprendista stregone”).

Angelo e Giorgio in una esilarante versione cantata,

 suonata e mimata di “Alla fiera dell'est”

durante la trasmissione televisiva HELP (1996)

 

 

La comicità rimane, tuttavia, parte integrante del suo modo di essere: lo dimostrano il libro "Porco il mondo che c'ho sotto i piedi", divertente racconto ispirato al personaggio Vito Catozzo, ed il ritorno in tv con la trasmissione "Zelig...facciamo cabaret".

Nel maggio '99, Giorgio Faletti torna in studio a fianco di Danilo Amerio in qualità di produttore artistico per la preparazione del nuovo cd "Nonsense" nel quale collabora con Angelo Branduardi nel brano “La grande attrazione”.

 Sono stati pubblicati nel 2002 e  nel 2004 i suoi due romanzi noir “Io uccido” e “Niente di vero tranne gli occhi”, che lo hanno consacrato anche come scrittore di successo a livello mondiale, oltre che di cantautore, musicista, comico e paroliere.   E' da poco uscito l'ultimo thriller, " Fuori da un evidente destino". 

 

 

7231Porcoilmondo.jpg          7228Iouccido.jpg          7230Nientediverotrannegliocchi.jpg       

 

Discografia:

Disperato ma non serio (1990)
Condannato a ridere (1992)
Come un cartone animato (1994)
L'assurdo mestiere (1995)