||Home»Eventi»Concerti
 
Varese, 26 maggio 2008

Teatro Apollonio. Ancora la Lauda… o, per meglio dire, il concerto con le canzoni da “L’infinitamente piccolo” che la voce narrante del “trovatore” Angelo Branduardi trasforma nel racconto della vita di Francesco d’Assisi. Pubblico pagante, questa volta, e teatro pieno a decretare il successo di uno spettacolo che conta ormai centinaia di repliche dal suo debutto nel giugno 2004.

Angelo è emozionato e un po’ nervoso, come sempre gli capita, mi ha detto, quando suona vicino a casa con i parenti nel pubblico. C’erano infatti Luisa con la madre e parecchi amici fra cui una vecchia conoscenza che è stato un vero piacere rivedere: Silvio Monti, il pittore di “Altro ed altrove” che proprio oggi compie 70 anni …AUGURI SILVIO!!!...

La scaletta del concerto è la solita… ma… Angelo ci aveva preannunciato una sorpresa (contenuto top secret). Ed infatti il concerto ha avuto una terza parte, una vera chicca per gli appassionati, un’emozione che ci mancava da tempo… un Branduardi voce e chitarra che ha eseguito tre liriche da “Branduardi canta Yeats”:

 La canzone di Aengus il vagabondo

 Innisfree, l’isola sul lago

 Un aviatore irlandese prevede la sua morte

Di quest’ultima, la mia preferita dal mio album preferito, ho registrato un video… per l’entusiasmo però non ho pensato che se l’avessi cantata anch’io la mia voce si sarebbe un po’ sentita…vogliano perdonare gli utenti del sito … comunque lo potete vedere qui:

http://www.youtube.com/watch?v=Md4qfgV63wk

Antonella Grioni

 

le foto del concerto